Abituare il cucciolo a stare da solo? Come fare

Quando arriva un cucciolo a casa tutte le attenzioni sono per lui: vogliamo che sia al sicuro con noi e che non gli manchi nulla. Superata l’euforia iniziale dovremo comunque gestire le nostre attività quotidiane che potrebbero comportare la nostra assenza da casa per molte ore: come abituare il cucciolo a stare da solo? Scopriamolo nel mio articolo.

Come abituare il cucciolo a stare da solo e renderlo indipendente

La reazione di un cucciolo all’abbandono potrebbe essere il mordere gli oggetti a sua disposizione: non è dovuta alla cattiveria del cane, ma alla sua incapacità nel gestire le proprie emozioni.

I cani si calmano naturalmente mordendo gli oggetti: ecco perché molti di loro usano questa strategia per far fronte a situazioni difficili. Per un cane non è naturale stare da solo. I cuccioli stanno in compagnia l’uno dell’altro, anche quando la madre deve lasciarli di tanto in tanto. La mamma insegna gradualmente al cucciolo la propria indipendenza.

Avrai già capito che un primo errore fondamentale che molti padroni fanno è quello di stare sempre con un cucciolo: la soluzione migliore è invece di usare il periodo di tempo iniziale per insegnare al cucciolo l’indipendenza

Per cominciare ad abituare il cucciolo a stare da solo, preparagli una ciotola con il cibo, un gioco masticabile o un massaggiagengive (ad esempio i Kong sono perfetti per questo) e vai in un’altra stanza quando inizia a mangiare o giocare, chiudendo anche la porta.

Il cucciolo in questo modo impara che a volte è divertente stare da solo nella stanza, perché può concentrarsi sul mangiare e sul giocare senza che nessuno lo disturbi.

Col passare del tempo, potrai anche iniziare a lasciare la casa per qualche minuto, insegnando gradualmente al tuo cane che il mondo non finisce quando non può vederti (e viceversa!).

Leggi ➡️ KONG per cani: cos’è e come riempire il gioco Kong per cane

Come abituare il cucciolo a stare da solo: crea un legame sano ed equilibrato

Se non vuoi che il tuo cucciolo sviluppi ansia da separazione nel tempo, lavora consapevolmente sulla vostra relazione sin dal primo giorno. Un cane che viene sempre coccolato, non ha regole chiare, è dipendente, ti segue passo dopo passo e richiede costantemente le tue attenzioni, ha maggiori probabilità di sviluppare problemi comportamentali in futuro

come abituare cucciolo stare da solo
Trova un sano equilibrio tra coccole e regole, e tra divertimento insieme e insegnate al cane essere indipendente

Non sto parlando di ignorare il cane tutto il tempo, di non toccarlo o di essere freddo nei suoi confronti.

Se da subito lo rendi un cucciolo dipendente da te, non dovrai sorprenderti se in seguito sara’ un problema stare da solo.

La soluzione migliore è trovare un sano equilibrio tra coccole e limiti, fra il divertirvi insieme e l’imparare a essere indipendenti.

Come abituare il cucciolo a stare da solo: educalo al kennel

Un kennel ben posizionato può essere un ottimo rifugio per il tuo cucciolo.

Il kennel aiuterà tuo cucciolo a calmarsi e dormire quando sarà da solo a casa.

Puoi anche leggere la mia guida pratica su ➡️ Come abituare il cane al kennel.

Vorrei ricordare gli aspetti più importanti:

  • Il cucciolo deve avere accesso all’acqua fresca anche nel kennel
  • Il kennel non può essere troppo grande altrimenti il cane potrebbe dividerlo spontaneamente tra zona notte e toilette: diventerebbe molto difficile disabituarlo dal fare i propri bisogni nella sua cuccia
  • Abituare il cane al kennel dovrebbe essere un processo graduale basato su piccoli passaggi 
  • I primi 15-30 minuti sono di solito i più difficili: se il cucciolo riesce a stare da solo per un periodo senza segni di stress, possiamo iniziare ad allungare molto più velocemente il tempo in cui stare da solo a casa 
  • Non lasciamo il cucciolo da solo nel kennel per più di 1 o 2 ore: i cuccioli fanno i propri bisogni molto spesso e tenerli rinchiusi a lungo sarebbe per loro una sofferenza. Inoltre rischiamo che il cucciolo impari fare i propri bisogni nella cuccia

Leggi anche:
➡️ Gabbia per cani: perché utilizzare e come scegliere le gabbie per cane
➡️ Come abituare il cane al kennel? Guida pratica completa
➡️ Kennel per cani: cos’è, a cosa serve e come usare il kennel in casa

come abituare cucciolo stare da solo

E se dovessimo lasciare il cucciolo a casa da solo per molto tempo? Puoi acquistare un recinto più grande e usarlo per separare una parte di stanza. In questo modo potrai essere sicuro che il cucciolo sia al sicuro in nostra assenza e che non morda mezza abitazione.

Il cucciolo dovrebbe sempre avere acqua fresca, una cuccia o un kennel in cui dormire, giocattoli da masticare e una traversina o come alternativa lettiera con erba finta per i propri bisogni fisiologici (leggi anche ➡️ Traversina o lettiera per cani? Quale alternativa usare per il tuo cane).

Leggi anche:
➡️ Recinto per cani da esterno o da interno: quali recinti scegliere?
➡️ Migliori cucce per cani da interno: sceglia una cuccia per cane
➡️ Cucciolo che morde ? Giocattoli da masticare migliori

come abituare cucciolo stare da solo
Nel recinto lascia al cucciolo: acqua, cuccia o kennel, giocatoli da masticare e traversina o lettiera

Quanto tempo può stare un cucciolo da solo a casa?

Prendersi cura di un cucciolo è molto più impegnativo che prendersi cura di un cane adulto.

Un cucciolo dovrebbe uscire per fare i bisogni non appena si sveglia dopo un pisolino, quando mangia o beve qualcosa, dopo aver giocato: in poche parole molto spesso!

Quindi lasciare un cucciolo da solo in un kennel per più di 2 ore non è una buona idea. 

Se non fai uscire il tuo cucciolo ogni 2 ore per una breve passeggiata, sarà difficile insegnargli a non sporcare in casa. 

I cuccioli dormono per gran parte della giornata. Quindi puoi introdurre una routine giornaliera tale che il cucciolo venga portato fuori a fare la pipì al mattino, poi dorme per qualche ora e solo nel pomeriggio iniziano il divertimento ed il gioco insieme. Ma attenzione, non si parla di 12-14 ore, ma di poche ore al giorno! 

Come abituare il cucciolo a stare da solo se lavori tutto il giorno?

Se il tuo stile di vita non ti permette di seguire questo ritmo e non c’e’ nessuno a casa per la maggior parte della giornata, dovresti valutare per bene se avere un cane è una buona idea. Il cane è un animale altamente sociale e ha tanto bisogno di compagnia.

A volte però i nostri piani cambiano, anche il lavoro può cambiare all’improvviso. E se per un periodo dovrai lasciare il tuo cucciolo per più ore da solo, potresti comunque prendere in considerazione di utilizzare un dog sitter o pet sitter, che si prenderà cura del cane durante la tua assenza. Un’altra opzione è cercare un buon asilo per cani nelle vicinanze. Queste sono soluzioni decisamente migliori rispetto a lasciare il cane da solo per la maggior parte della giornata. 

Potresti anche chiedere al datore di lavoro se ti acconsente a portare il cane al lavoro: sempre più aziende consentono questa soluzione.

Come abituare il cucciolo a stare da solo in totale sicurezza

Prima di uscire di casa, assicurati che il tuo cucciolo sia al sicuro:

  • Controlla che tutti i cavi elettrici siano fissati in modo che non possa raggiungerli
  • Posiziona tutti i prodotti per la pulizia in una zona in cui possa entrare in contatto 
  • Utilizza un kennel o un recinto: quando il cucciolo è solo in casa, non abbiamo possibilità di controllare il suo comportamento. Un attimo di disattenzione potrebbe costare molto caro
  • Controlla il comportamento del cucciolo attraverso le telecamere ovunque ti trovi

Cosa fare prima di lasciare il cucciolo da solo a casa

Prima di uscire di casa fai una passeggiata con il cucciolo. Il cane ben gestito, sodisfatto e stanco dopo una bella passeggiata probabilmente dormirà tranquillamente tutto il tempo della tua assenza da casa. 

Prima di uscire, assicurati di lasciare il tuo cucciolo con:

  • acqua fresca da bere
  • una traversina o lettiera
  • qualcosa da masticare, un giocattolo Kong o un gioco masticabile per tenerlo occupato
  • puoi anche lasciare i vestiti che non ti servono più con il tuo odore, questo aumenterà il senso di sicurezza del cucciolo 
  • se ascolti abitualmente radio o guardi la TV in casa, è meglio lasciarle accese

Quando esci di casa, non fare tante storie:

  • organizzati in modo tale da non dover tornare a casa per prendere le chiavi o altre piccole cose
  • evita addii espansivi che perpetueranno nel cucciolo le emozioni negative legate alla tua partenza

Insegna al cane che è del tutto normale che esci e torni a casa: è quindi meglio non associare troppe emozioni con queste attività.

Cosa fare dopo essere tornato a casa

Se, avvicinandoti alla porta d’ingresso, senti che il cucciolo sta piangendo forte, non entrare in casa. Meglio aspettare che passi la crisi ed entrare quando il cane si sarà calmato. In caso contrario il rischio e’ di insegnargli che la sua strategia funziona e che ululare più forte e più a lungo e’ il comportamento giusto.

Come quando esci di casa, anche quando vi fai rientro non esagerare anche se il cucciolo sarà ovviamente molto entusiasta di rivederti. E’ meglio aspettare nel salutarlo fino a quando le sue emozioni non si saranno calmate un po’. Ricorda di non premiare mai la sua eccitazione esagerata.

Cosa fare se il cucciolo ha fatto i bisogni in casa

Alcuni cuccioli si emozionano così tanto alla vista del loro padrone da fare la pipi’ alla sua entrata in casa. Questo è un chiaro segnale per il proprietario che dovrebbe cercare di entrare in casa con più calma. Saluti entusiasti non faranno altro che enfatizzare questi comportamenti. 

Ma lo stesso vale anche per urlare al cane o cercare di punirlo per aver sporcato in casa. In una situazione del genere, dovresti solo pulire con calma e rimuovere completamente l’odore di urina usando preparati appositi.

Ricorda che devi sempre lavorare sulle emozioni, sull’autocontrollo e sulla maggiore indipendenza del tuo cucciolo.

Cosa fare se il cucciolo ha fatto qualche danno in casa

Se, dopo il tuo ritorno, noti dei danni, ad esempio il cucciolo ha giocato con la spazzatura o ha strappato il divano, morsicato il telecomando, non ha senso punirlo per questo comportamento. Molto probabilmente lo ha fatto in precedenza e quindi non assocerà la punizione alle sue azioni per cui intendi punirlo. 

Alcuni proprietari pensano che il loro cane sa di essere stato monello perché fa una faccia triste e corre a nascondersi nella sua cuccia. Questa è la reazione tipica di un cane che ha paura del suo padrone e non significa che il cane si penta del suo comportamento.

Abituare il cucciolo a stare da solo per evitare ansia da separazione da adulto

Ci sono molti fattori che influenzano la possibilità che un cane possa sviluppare ansia da separazione:

  • predisposizione genetica
  • educazione da parte di una mamma paurosa
  • socializzazione scorretta o sua mancanza
  • esperienze traumatiche da cucciolo
  • legame troppo forte con il proprietario
  • violenza nei confronti del cucciolo

Non tutti i cani che abbaiano o danneggiano la casa hanno sviluppato ansia da separazione.

Un cucciolo può rovinare i mobili semplicemente per noia oppure potrebbe avere le gengive dolenti durante il cambio dei denti.

L’ansia da separazione è invece caratterizzata da un elevato livello di stress che accompagna un cucciolo quando viene lasciato solo in casa.

Se segui le misure preventive, molto probabilmente non avrai mai un problema di ansia nel tuo cucciolo anche quando sara’ adulto.

Leggi tutti i miei articoli su Educazione:

Ultimo aggiornamento Amazon Affiliate 2021-06-29 at 09:18

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.