Cosa fare quando muore un cane? Dove si porta? Sepoltura o cremazione

Immaginare la perdita del nostro amato quattro zampe è molto triste. Questa scomparsa è purtroppo un evento ineluttabile: è meglio sapere cosa fare quando muore un cane e dove si porta per occuparsi della sua sepoltura oppure effettuare la cremazione per cani.

Cosa fare quando muore un cane?

Quando muore il vostro cane dovrete trovare la lucidità per ricordare cosa fare, in particolare:

  • certificato di decesso
  • sepoltura o cremazione del cane

Ci vorrà sicuramente del tempo per superare un dolore così grande: un modo per ricordare ed onorare per sempre il tuo compagno è quello di poter guardare i suoi occhi che ti fissano pieni di amore in un ritratto personalizzato.

Certificato di morte del cane

Ogni cane alla nascita deve essere iscritto all’anagrafe canina del proprio comune di residenza e dotato di microchip sotto pelle.

La prima cosa da fare quando muore un cane, secondo quanto prescrive la legge, è rivolgersi al proprio veterinario perché possa constatare personalmente l’effettivo decesso dell’animale e rilasciare il certificato di morte.

Entro due giorni dalla data di decesso avete l’obbligo di portare il certificato presso il servizio veterinario della vostra Ats.

Certificato di morte del cane

Quando muore un cane dove si porta? Sepoltura, cremazione o veterinario

Superati i primi obblighi burocratici, dovete decidere cosa fare con la salma del vostro amato animale.

Per rispondere alla domanda di dove si porta un cane quando muore, ci sono diverse opzioni possibili ed ammesse dalla legge:

  • centro di cremazione per cani
  • cimitero per animali o in alternativa come seppellire il cane in giardino
  • veterinario

È assolutamente vietato gettare la salma, pratica che oltre ad essere immorale e vergognosa mette anche a rischio la sanità pubblica

Cosa fare quando muore un cane: dove si seppelliscono i cani

Per quanto riguarda la sepoltura, esistono delle regole da rispettare. Chi lo possiede, può seppellire la salma del proprio animale domestico nel proprio giardino, altrimenti ci si può rivolgere a specifiche agenzie che organizzano funerali per animali e relativa sepoltura, oppure la cremazione.

Cosa fare quando muore un cane: come seppellire il cane in giardino

La legge consente di seppellire il proprio cane in giardino ma solo se il veterinario ha verificato che non sia morto per una malattia infettiva che possa contaminare le falde acquifere.

Dovrete scavare una buca sufficientemente profonda affinché altri animali non possano disseppellirlo.

Seppellire il cane in giardino
Pietra commemorativa cane

Cosa fare quando muore un cane: centro di cremazione per cani

La terza risposta alla domanda dove si porta un cane quando muore è al centro di cremazione.

In molte regioni d’Italia stanno nascendo dei centri di cremazione per cani, che vi restituiscono le ceneri in un’urna. I costi di questa metodica potrebbero essere piuttosto elevati.

Cosa fare quando muore un cane: cimitero per animali

L’ultima risposta al quesito dove si porta un cane quando muore è al cimitero per animali.

Nel territorio del vostro comune c’è probabilmente un cimitero per animali dove potrete far tumulare il vostro amato cane mettendo una lapide per ricordarlo. Sono previsti degli orari di visita ed una quota rinnovabile annualmente.

Cimitero per animali

Cosa fare quando muore un cane: veterinario

Nel caso non ve la sentiate di seppellire o cremare il vostro animale, una seconda risposta alla domanda dove si porta un cane quando muore è dal veterinario.

I veterinari sono normalmente in contatto con aziende di smaltimento che si occupano della cremazione dei cadaveri di cani. Queste ditte purtroppo difficilmente passano a domicilio dai singoli proprietari, sfruttando gli ambulatori veterinari come centri di raccolta.

Se il vostro veterinario acconsente a fungere da deposito temporaneo, potrete lasciare la salma da lui, previo pagamento di un costo di smaltimento che non è stabilita dal veterinario, ma dalla ditta stessa.

Cosa fare quando muore un cane: soppressione dell’animale

Il vostro cane potrebbe essere vecchio e con una malattia cronica o comunque incurabile che gli procura molte sofferenze. Il vostro amore per lui potrebbe farvi pensare di porre fine a tale dolore.

La legge prevede che un cane possa essere soppresso solo in questi casi:

  • cane inguaribile
  • cane incurabile

Non si può sopprimere assolutamente un cane solo perché non si sa più dove tenerlo, perché anziano e sporca in casa o perché con l’arrivo dei figli è diventato troppo impegnativo.

E’ sempre il veterinario, insieme al proprietario, a decidere se il cane ormai è diventato incurabile.

Se si decide per l’eutanasia del cane perché la sua qualità di vita non è più accettabile, verrà praticata prima un’iniezione di anestesia. Una volta che il cane si è addormentato, il veterinario praticherà l’iniezione di farmaco eutanasico o in vena o in via intrapolmonare/intracardiaca.

Dopo che il veterinario avrà constatato il decesso (il farmaco blocca come prima cosa il respiro, è praticamente immediato l’effetto, il cuore potrebbe battere ancora per qualche minuto, ma si tratta di fibrillazione), deciderete insieme a lui cosa farne del corpicino, esattamente con le stesse modalità di cui vi abbiamo parlato prima per la sua morte.

Durante tutta questa procedura, sarà il proprietario a decidere a cosa assistere: molti preferiscono stare con il proprio cane almeno finché non si addormenta, non assistendo poi all’eutanasia vera e propria, ma qui sta al proprietario decidere cosa riesce e cosa non riesce a sopportare.

Dove vanno i cani quando muoiono?

Se per gli esseri umani buoni c’è la fede nel Paradiso, dove vanno i nostri amici cani quando muoiono?

C’è un’antica leggenda degli Indiani d’America che racconta del Ponte dell’Arcobaleno.

Proprio alle soglie del Paradiso esiste un luogo chiamato il Ponte dell’Arcobaleno. Quando muore un animale che ci è stato particolarmente vicino sulla terra, quella creatura va al Ponte dell’Arcobaleno.

E’ un posto bellissimo dove l’erba è sempre fresca e profumata, i ruscelli scorrono tra colline ed alberi ed i nostri amici a quattro zampe possono correre e giocare insieme.
Trovano sempre il loro cibo preferito, l’acqua fresca per dissetarsi ed il sole splendente per riscaldarsi, e così i nostri cari amici sono felici: se in vita erano malati o vecchi qui ritrovano salute e gioventù, se erano menomati o infermi qui ritornano ad essere sani e forti così come li ricordiamo nei nostri sogni di tempi e giorni ormai passati…

Qui i nostri amici che abbiamo tanto amato stanno bene, eccetto che per una piccola cosa, ognuno di loro sente la mancanza di qualcuno molto speciale che ha dovuto lasciarsi indietro…

Così accade di vedere che durante il gioco qualcuno di loro si fermi improvvisamente e scruti oltre la collina, tutti i suoi sensi sono in allerta, i suoi occhi si illuminano e le sue zampe iniziano a correre velocemente verso l’orizzonte, sempre più veloce…

Ti ha riconosciuto e quando finalmente sarete insieme, lo stringerai tra le braccia con grande gioia, una pioggia di baci felici bagnerà il tuo viso, le tue mani accarezzeranno di nuovo l’amata testolina
e i tuoi occhi incontreranno di nuovo i suoi sinceri che tanto ti hanno cercato, per tanto tempo assenti dalla tua vita, ma mai dal tuo cuore..

E allora insieme attraverserete il Ponte dell’Arcobaleno per non lasciarvi mai più…

Ultimo aggiornamento Amazon Affiliate 2022-07-06 at 16:22

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.